SINDROME DEL GEMELLO SCOMPARSO

Di cosa si tratta?

E’ provato scientificamente che più del dieci per cento delle gravidanze inizia come gemellare e solo il 2-3% giunge a compimento come tale.

Nella maggior parte dei casi un gemello muore dopo pochi giorni, quasi mai le ecografie portano alla luce questo fenomeno, che dunque può essere ancora più diffuso di quanto sia stato provato.

In questo caso noi si occupiamo degli aspetti energetici che riguardano un gemello che sopravvive a tale evento, che ne sia consapevole oppure no.

Che conseguenze produce?

Un embrione che nei primi istanti di vista nel grembo materno ha subito un tale lutto presenterà da adulto una serie di disarmonie, ad esempio:

  • fortissimo senso di abbandono e di colpa
  • incapacità a superare delle separazioni
  • desiderio di fusione con le persone o di sentire costantemente il contatto fisico
  • dolore forte in caso di perdita o lutto, anche di una animale domestico
  • mangiare il doppio o la metà o voler dividere il proprio cibo con qualcuno
  • mani e piedi spesso gelidi
  • svegliarsi nel cuore della notte in preda a sensazione di morte
  • incapacità a realizzare pienamente la propria vita
  • sentire di non meritare

Oltre a questo elenco, che è solo parziale, il sopravvissuto si trova ad affrontare una condizione di vita difficile da affrontare.

Portata alla luce tale perdita, con un adeguato rilascio energetico e una integrazione nel tempo, per il gemello sopravvissuto a questa esperienza, è possibile vivere in modo molto più pieno e gioioso.