La caccia alle streghe

La caccia alle streghe non è ancora finita.
Rivive dentro tutti noi, per chi è fedele internamente a qualcosa accaduto nella propria famiglia, alla propria regione, e tutti lo siamo all’Italia, sede centrale del vaticano.
Ogni qual volta che di una donna stuprata viene detto: “se l’è cercata aveva il vestito troppo corto, andava in giro da sola..”.
Quando lo sguardo di petri moralisti è il nostro sguardo.
Ogni volta che giudichiamo qualcosa invece di accoglierla con amore.
Quando addomestichiamo i nostri capelli ed evitiamo di mettere un abito colorato per paura di quello che penserà la gente
Quando permettiamo ad un uomo di insegnarci cose sulle mestruazioni e sul parto o peggio ancora quando dire mestruo reca imbarazzo.
Quando un uomo dice che portare i tacchi è una cosa che reca sofferenza a Madre terra, schiacchiando la femminilità che gioca e danza leggera come una libellula.
Quando il corpo di una donna viene usato, nelle pubblicità o qualsiasi strumentalizzazione se ne faccia.
Quando la vecchiaia viene cancellata dal botulino.
Quando esprimere il nostro libero pensiero offende gli altri.
Quando parlare di Spirito è esporsi al ridicolo.
Quando il corpo nudo viene definito osceno.
Quando una mamma che allatta il suo bambino crea disagio.
Quando una chiesa è più importante di una persona e una persona viene reputata più importante di un’altra.
Quando un agnello viene macellato perché è Pasqua o perché Dio ha fatto gli animali perchè noi possiamo ucciderli e abusarne per sfamarci.
Quando la pedofilia viene taciuta invece che denunciata e non si comprende che sia vittima che carnefice sono da aiutare e sostenere, con le dovute differenze e precauzioni.
Quando permettiamo che ai giudizi altrui di entrare nella nostra innocenza.
Nei momenti in cui dubitiamo del nostro sentire e preferiamo un’idea e in ogni istante in cui non ci fidiamo del nostro Femminile Sacro, la caccia alle streghe non è ancora finita.

About the Author

The Author has not yet added any info about himself

Commenti Chiusi